Per gli   assemblaggi  viene utilizzata colla vinilica nei nuovi strumenti e colla garavella per i restauri.

Le finiture superficiali sono tutte effettuate mediante piallatura a mano.

Secondo le esigenze le parti sono lasciate al naturale, trattate con prodotti naturali, cera d’api o gommalacca.

 

 

 





All'esterno sono stoccati diversi metri cubi di legname massello come noce, rovere, castagno, ciliegio e abete. Dispone anche di legnami pregiati come ebano, bosso e ulivo, palissandro, ecc. dedicati alle lavorazioni più particolari come tastiere o raffinate come gli intarsi.

 



 





È stato rifiutato a priori l’impiego di materiali moderni quali compensati, truciolati, tamburati, impiallacciati ecc… Le lavorazioni a mano richiedono l’uso esclusivo di legname massello di altissima qualità. Questo viene accuratamente scelto e fatto segare secondo le esigenze.

 




 





Le tastiere sono costituite da leve di abete a fibra diritta ricoperte di osso o bosso, con frontalini intagliati per i tasti diatonici, mentre per i tasti cromatici si utilizza noce o ebano.

 

 




 




I mantici, realizzati in abete o rovere e guarniti con le migliori pelli d’agnello conciate all’allume, forniscono aria a tutto l’organo, mantenendo una pressione unica e costante del vento. 








 




I somieri, il “cuore” dello strumento, sono costruiti interamente in rovere, ad eccezione dei ventilabri che sono di abete, impiegando le migliori tavole rigorosamente selezionate per garantirne una buona durata ed efficienza nel tempo.